Archivi di gennaio, 2012

Chiesa Madre, Cocumola

La chiesa Madre, dedicata al protettore San Nicola, fu edificata negli ultimi anni del Settecento e ha subito delle opere di ampliamento. Il prospetto neoclassico, frutto di lavori eseguiti nel 1906 che comportarono anche la costruzione dell’attigua torre dell’orologio, si compone di tre parti scandite dal alte lesene ioniche. La parte centrale, più alta rispetto [...]

Chiesa Madre del Sacro Cuore, Santa Cesarea Terme

La chiesa madre del Sacro Cuore, sorta nel XIV secolo sul luogo dove secondo la tradizione morì la Vergine Cesaria, venne affidata nel 1924 ai Frati Minori che la sostituirono con una nuova costruzione. Venne elevata a parrocchia nel 1954. Presenta una sobria facciata con portale e rosone centrali. L’interno, a tre navate, termina nel [...]

Punta Palascìa, Otranto

La Punta Palascìa, comunemente Capo d’Otranto, è il punto più orientale d’Italia. La punta si trova nel territorio comunale di Otranto. Secondo le convenzioni nautiche questo luogo è il punto di separazione tra il Mar Ionio ed il Mar Adriatico. Il faro ivi collocato, recentemente ristrutturato, è uno dei cinque fari del Mar Mediterraneo tutelati [...]

Abbazia di Centoporte, Giurdignano

Il suo nome deriva dalle numerose finestre ancora visibili nei suoi ruderi. Non è stato possibile stabilire con certezza l’epoca di edificazione dell’abbazia, tuttavia le opinioni più diffuse la fanno risalire ai secoli XI-XII. Ciò che rimane oggi di quella che era una delle più note abbazie benedettine del Salento è una parte dell’abside, dall’esterno [...]

Cripta di San Salvatore, Giurdignano

La cripta di San Salvatore, risalente ai secoli VIII-X, costituisce un esempio altamente significativo di monumento bizantino ipogeo nel Salento. L’accesso all’ipogeo è sovrastato dalla chiesetta di San Vincenzo Ferreri, costruita nel 1780. La cripta, scavata interamente nel banco tufaceo, è costituita da tre navate, divise da quattro pilastri a pianta cruciforme, terminanti con absidi [...]

Chiesa Madre, Giurdignano

La chiesa madre fu costruita fra il 1756 e il 1763 e fu intitolata inizialmente a San Rocco il quale, secondo i racconti popolari, salvò Giurdignano dalla peste del ’600. Presenta una sobria facciata, divisa in due ordini: il primo ordine, spartito in tre zone da lesene, è caratterizzato da un portale d’ingresso, sormontato da [...]

Grotte di Levante, Santa Maria di Leuca

La Grotta di Terradico o grotta degli Indiani, è celebre per la sua forma triangolare, che ricorda appunto una tenda. In realtà non è una singola grotta, ma un complesso di 3 cavità di varia grandezza. La Grotta di Ortocupo è semisommersa, vi si può accedere per via sottomarina. La porzione più interna è anche [...]

Grotte di Ponente, Santa Maria di Leuca

La Grotta del Fiume o Sparascenti si trova oltrepassando Punta Ristola, in via mare e solo quando il mare è calmo, si può accedere a questa grotta, caratterizzata dai resti di un’attività carsica che come eredità ha lasciato un rigagnolo d’acqua dolce che si perde nel mare salato. La Grotta del Presepe si trova in [...]

Grotte di Rada, Santa Maria di Leuca

La grotta “del Diavolo” si trova su Punta Ristola. I primi scavi portarono alla luce unici reperti, rappresentati da ossa, valve, armi e utensili, che fanno pensare ad una frequentazione della grotta sin dal Neolitico. Il suo nome deriva da un’antica superstizione popolare, che attribuiva alla presenza di Diavoli i lugubri e poderosi rimbombi che [...]

Faro di Santa Maria di leuca

Il faro di Santa Maria di Leuca è situato sulla Punta Meliso. È alto 48,60 m dalla base e si trova a 102 m sul livello del mare. Emette tre fasci di luce che sono visibili, in particolari condizioni meteorologiche, ad oltre 40 km. Con una scala a chiocciola di 254 gradini si può salire [...]