Cutrofiano

Cutrofiano  è un comune della provincia di Lecce in Puglia. Situato nel Salento centro-meridionale, rientra in quella che è denominata Grecìa Salentina, cioè tra quei paesi di Terra d’Otranto che conservavano la lingua e le tradizioni greche.
Centro noto per la lavorazione della terracotta, ha dato i natali, tra gli altri, ad Uccio Aloisi, uno dei maggiori esponenti salentini della tradizione della pizzica e dei canti tradizionali contadini, e ad Ortensio Abbaticchio, religioso, giustiziato a Roma dall’Inquisizione il 15 giugno 1566.

Da non perdere è il Parco dei fossili , il quale si trova lungo la strada Aradeo-Cutrofiano presso l’incrocio per Sogliano Cavour. È accolto in una ex cava d’argilla, in contrada Lustrelle, dismessa alla fine degli anni ’70.
In questo giacimento a cielo aperto, esteso per circa 12 ettari, sono esposti vari strati geologici, di origine marina, alcuni dei quali straordinariamente ricchi di fossili. Famosissima nell’ambiente scientifico italiano ed estero per l’abbondanza e per lo stato di conservazione dei reperti, la cava visse un periodo di abbandono e rischiò di andare perduta durante gli anni ’80, quando divenne una discarica abusiva di rifiuti.

Cutrofiano rappresenta il più importante centro di produzione ceramica del basso Salento, perpetuando una tradizione antica che risale al Medioevo. Nel mese di agosto si tiene la mostra annuale della terracotta che, istituita nel lontano 1973, ha contribuito notevolmente al rilancio del settore, dopo la grave crisi del dopoguerra.

Dal 1973 la Mostra dell’artigianato figulo è un punto di riferimento per il Salento e la Puglia.

Non resta che menzionare il Museo della Ceramica, ospitato presso la Biblioteca Comunale, dove sono esposti i manufatti dei vecchi artigiani locali, una collezione di maioliche, reperti di epoca medioevale, romana e in piccola parte preistorica.
La Mostra Mercato è organizzata dal Comune di Cutrofiano e dal Consorzio Ceramiche del Salento e si tiene nelle tre settimane centrali del mese d’agosto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>