Matino

Matino è un comune della provincia di Lecce in Puglia.
Situato nel Salento sud-occidentale, dista 44,3 km dal capoluogo provinciale e 16 km da Gallipoli.
Alcuni storici, fanno risalire l’origine della cittadina alla distruzione delle città messapiche di Alezio e Bavota, l’attuale Parabita, da parte dei Saraceni, avvenuta nei secoli IX e X e ad un relativo insediamento dei profughi nella zona della Matino odierna.

In zona ci sono diverse aree archeologici: la grotta di Sant’Eleuterio è la testimonianza della presenza dei monaci basiliani nel territorio matinese. È ciò che rimane dell’antico monastero di Sant’Eleuterio sorto nel X secolo. La grotta è la cripta del monastero; presenta un ingresso ad arco e un piccolo ambiente interno nel quale sono visibili deboli tracce di affreschi. a grotta di Sant’Ermete è un’importante testimonianza archeologica in quanto in essa sono stati individuati resti fossili, manufatti e ossa risalenti all’uomo di Neanderthal. Cristianizzata dai basiliani, come testimoniato dai resti di un affresco di Sant’Ermete, la grotta costituisce uno dei primi siti di frequentazione umana del Salento insieme alle grotte delle Veneri di Parabita. 

Tra i monumenti di interesse storico e culturae ricordiamo la chiesa Matrice di San Giorgio oltre a numerosi palazzi.
Di notevole interesse urbanistico è il centro storico medioevale rimasto, nel complesso del suo tessuto, praticamente intatto, mostrando inalterata la tipica struttura delle case cosiddette “a corte” ed il complesso reticolo di stradine e passaggi sotterranei e sopraelevati finalizzati alla facilita’ di difesa dell’abitato in caso di attacco. Tipico esempio delle tecniche urbanistiche nell’alveo del mediterraneo in epoca medievale, è uno splendido spaccato storico miracolosamente salvatosi dalle aggressioni del tempo e dagli abusi edilizi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>