Palmariggi

Palmariggi è un comune della provincia di Lecce in Puglia.
Situato nel Salento centro-orientale, nell’entroterra idruntino, dista 8 km dal mare Adriatico e 35,8 km dal capoluogo provinciale.

Abitato sin dalla preistoria, come testimoniano i menhir e dolmen presenti nel territorio, Palmariggi si sviluppa come nucleo abitato solo nel Medioevo, in origine si chiamava Casale San Nicola. La tradizione popolare narra che nel 1480, dopo la presa di Otranto, i saraceni cominciarono a saccheggiare i villaggi dell’entroterra ed anche il piccolo Casale San Nicola. Mentre gli uomini del Casale si preparavano allo scontro con i Turchi, le donne si rifugiarono in Chiesa ad invocare l’aiuto divino. Quando i Turchi stavano per attaccare, ecco avvenire un fatto prodigioso: apparve la Madonna con in mano una palma a capo di un’imponente falange. I Turchi, temendo che stesse per sopraggiungere l’esercito guidato dal duca Alfonso d’Aragona, si allontanarono e la popolazione fu salva.
A ricordo di questo avvenimento gli abitanti del borgo vollero cambiare il nome in Palmariggi, che significa “palma della vittoria” ovvero “Tu che reggi la Palma”. Da quel momento la Madonna della Palma venne eletta protettrice del paese.

Tra i monumenti di interesse storico e culturale ricordiamo la chiesa Madre di San Luca, costruita in pietra leccese, sulla ui facciata è posizionato lo stemma cittadino, il Santuario di Montevergine, la cui origine è legata all’apparizione nel 1595 della Vergine ad un pastorello che, mentre cercava un coltello smarrito tra le pietre, vide apparire una Signora che lo incitava a chiamare il parroco e gli abitanti di Palmariggi per condurli in quel luogo. Giunti in quel posto iniziarono a scavare e rinvenirono una cripta bizantina sul cui altare campeggiava l’immagine della Madonna.
A palmarigi si può ammirare anche l’imponente castello, un tempo usato come fortezza, della quale rimangono due torri circolari, nel corso degli anni, poi, soggetta a diverse modifiche che hanno compromesso l’aspetto originario.

Tra gli eventi locali ricordiamo la festa patronale della Madonna della Palma il 30 e il 31 luglio, mentre in agosto il 15 e il 16si può partecipare alla  festa della bruschetta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>