Ruvo di Puglia

Ruvo di Puglia è un comune della provincia di Bari in Puglia, il quale sorge al limitare delle Murge e conserva le originarie strade tortuose e le abitazioni in pietra chiara.

L’agro di Ruvo è circondato da aree naturali di notevole importanza quali la macchia boschiva con numerosi alberi di quercia roverella (Quercus pubescens) e un ben nutrito sottobosco. Il territorio infatti è incluso nel “Parco dell’Alta Murgia“. Ricordiamo anche il corso superiore della Lama Balice (altrimenti detto in passato “torrente Tiflis”), oltre a gravi e grotte, tra cui la “Grave della Ferratella” , che è la più profonda in regione, e l’”Abisso di Notarvincenzo”.

L’area attinente a Ruvo di Puglia fu anticamente abitata dai Peuceti, che ne fecero un attivo e florido centro tra il IV e il III secolo a.C., ma dal IX secolo a.C. si hanno reperti che attestano insediamenti ancora più antichi.

Tra i monumenti di interesse sotrico e culturale ricordiamo la concattedrale, il palazzo Jatta, sede del Museo Archelologico Nazionale,  la chiesa di Sant’Angelo e convento dei Frati Minori Osservanti e la chiesa e convento dei domenicani.

Gli appuntamenti di notevole interesse a Ruvo sono quelli legati all’antico e profondamente radicato senso di religiosità popolare. Il 3 febbraio è la festa del Santo Patrono, Biagio vescovo e martire in Cappadocia; alle novene in preparazione, segue nel giorno della memoria liturgica la solenne processione della statua lignea custodita in Cattedrale e il Solenne Pontificale presieduto dal Vescovo titolare di Ruvo con l’atto di devozione popolare del bacio della Reliquia del Santo custodita in Cattedrale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>