Come la crisi influenza la scelta della vacanza

Nuova interessante sondaggio condotto da Agriturismo.it e Travelfool.it su un campione di 4700 utenti del web per vedere come la crisi influisce sulle vacanze degli italiani.

L’83% degli intervistati la crisi sceglie località più economiche (40%)

e con periodi di bassa stagione (25%). Secondo il 26%, inoltre le vacanze saranno più brevi. La maggioranza degli intervistati però non rinuncia alla vacanza estiva (66%) e si registra la tendenza a concedersi qualche giorno di relax in altri periodi dell’anno (27%).

Per quanto riguarda i costi, il 70% degli intervistati prevede di spendere complessivamente meno di 1.500 euro per la vacanza estiva, mentre solo il 15% è intenzionato a spendere più di 2.000 euro.

Al top il mare, preferito dal 67% degli italiani, la montagna (10%), le città d’arte (8%) e la campagna (4%). Le regioni preferite sono a pari merito la Toscana e la Puglia con il 10% di preferenze. Seguono la Sardegna (8%), la Sicilia (7,5%) e il Trentino Alto Adige (7%).

All’estero andrà il 29% degli intervistati, principalmente sul Mediterraneo (11%) e nelle capitali europee (7%). Le vacanze si prenotano da 2 a 4 mesi prima (35%). In alternativa si considerano le offerte e i last minute (22%). Per Travelfool.it, sito specializzato in offerte viaggi, la percentuale di prenotazioni in occasione di promozioni e last minute è del 42%.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>