INNOguide – L’interculturalità

Serena Accogli
Serena Accogli

L’interculturalità la si può considerare l’unica strada per una vera e propria comunicazione e interazione con l’altro.

All’università ci insegnano che quando si studia una lingua straniera, deve essere approfondita anche la sua cultura perché le due cose non si possono mai scindere. Il modo di esprimersi ha radici profonde nel modo di essere e comportarsi di un popolo.

Questo importante aspetto è uno degli elementi chiave del secondo tema-modulo del progetto INNOGUIDE, l’INERCULTURALITÀ, il quale è diviso in 4 unità:

1. Cultura;
2. Lingue, multiculturalismo e interpretazione;
3. Comunicazione interculturale;
4. Gestione dell’incontro interculturale.

In ognuna di queste unità appare chiara, già dal titolo, l’idea di INCONTRO, CONFRONTO e UNIONE di due realtà differenti, quella del visitatore/turista e quella del mediatore/guida turistica, il quale non descrive solamente il patrimonio artistico e culturale di un territorio, offrendo semplici nozioni, ma si commisura con il background di provenienza della persona che ha di fronte e si relaziona con essa.

Uno degli obiettivi è presentare le diverse realtà culturali presenti in Europa in modo tale da esaltare la loro ricchezza. La lingua non è solo un mezzo attraverso cui esprimersi, ma è lo strumento che permette di suscitare un forte interesse in chi ascolta.

Durante qualsiasi atto comunicativo, ci esprimiamo e adottiamo inconsapevolmente un linguaggio non verbale, dei gesti, dei modi di dire che fanno parte di noi e sono ormai radicati sia nella nostra cultura che nel nostro modo di essere. Tuttavia, la guida turistica deve prestare una particolare attenzione al suo modo di esprimersi perché quel gesto, quella determinata parola potrebbero essere fraintesi da parte dei visitatori provenienti da una cultura differente. Quello che per noi può essere scontato per uno straniero/visitatore potrebbe essere del tutto sconosciuto o addirittura strano. Ecco che la guida turistica funge prima di tutto da mediatore culturale.

Riflettere su questi punti non è difficile, ma seguendo un corso, come quello E-Learning della piattaforma INNOGUIDE, potremmo avere a portata di mano una serie di piccole “regole comportamentali” da seguire per diventare dei professionisti nel campo del turismo e degli ottimi interpreti-mediatori delle stupende realtà che ci circondano senza incorrere in errori o fraintendimenti.

 

 

Social Share Counters

Post pubblicato in Formazione and tagged , , , , . Se lo ritieni interessante aggiungi ai preferiti. Segui i commenti di questo post con RSS feed o lascia un trackback: Trackback URL.

Lascia un Commento