Parco naturale regionale Lama Balice, Ruvo di Puglia

Il Parco naturale regionale Lama Balice è un’area protetta di 504 ettari.

La lama si origina tra Ruvo di Puglia e Corato e dopo aver attraversato il territorio del comune di Bitonto termina a nord della città di Bari, presso il quartiere Fesca.

Il torrente che vi scorre era un tempo chiamato Tiflis: normalmente in secca, in occasione di precipitazioni più abbondanti si gonfia per l’apporto di acqua piovana. Il toponimo Balice è invece riconducibile al latino medievale “baligium” cioè valle, come la lama è indicata già in un documento del Libro Rosso di Bitonto[senza fonte] in cui si legge “baligium qua igitur Barium” ovvero “valle attraverso la quale si giunge a Bari”.

La lama, area di sosta per l’avifauna, presenta tratti coltivati e altri che mantengono l’originaria macchia mediterranea (querce coccifere, lecci, fragni, arbusti). La lama riveste importanza anche a livello storico. Vi sono delle grotte, le cosiddette “grotte di Chianchiarello”, che rappresentano delle testimonianze sulla vita paleolitica della città.

Lascia un Commento