Chiesa Madre, San Pietro Vernotico

La chiesa Madre è dedica a Santa Maria Assunta.
Il nucleo più antico della chiesa Matrice risale al quattrocento ed è costituito dall’attuale navata centrale e dal rosone, perfettamente conservato, raffigurante l’Assunzione di Maria. Le navate laterali, più piccole, sono state costruite successivamente. L’interno è contraddistinto da due paia di colonne marmoree alte circa 15 metri e ornate di capitelli, dalle quali si dipartono ampi archi. Le volte sono a crociera. Sulla controfacciata è posto un organo a canne ottocentesco.

Il presbiterio è visivamente separato dalle navate mediante un grande arco, la cui chiave di volta regge uno stemma marmoreo sorretto da due angeli in bassorilievo, recante la data 1907, anno dell’ultima ristrutturazione della chiesa. Sopra l’altare principale, dedicato a sant’Oronzo, vi è un rilievo dell’Assunzione di Maria con un altro piccolo rosone a vetro colorato Nel transetto sinistro è posto un altare barocco interamente di marmo composto da colonne finemente decorate le cui sommità sormontate da 2 statue marmoree di santi. L’altare è dedicato a Maria Immacolata. L’altare del transetto destro, dedicato al Sacro Cuore di Gesù, è anch’esso barocco con bassorilievo di fasci di due colonne che formano una specie di tempio.

Nella chiesa si conservano le statue dei tre santi protettori della città: la statua di San Pietro Apostolo è ascrivibile alla scuola veneziana del settecento, mentre quelle della Madonna del Carmine e Sant’Antonino sono in cartapesta. Pure in cartapesta è la statua settecentesca della Beata Vergine Addolorata, mentre quella di sant’Agnese risale all’Ottocento. La cripta ha portato alla luce alcune tombe che testimoniano l’impiego del tempio come luogo di sepoltura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>