Santuario di Santa Maria in Betlemme, Mesagne

Il santuario di Santa Maria in Betlemme venne eretta tra il 1598 e il 1605, per custodirvi degnamente l’immagine della Vergine col Bambino, ritenuta miracolosa. Tale affresco, medievale e originariamente situato in una semplice edicola, avrebbe, secondo la testimonianza di una contadina, sudato abbondantemente il 17 marzo 1598.

Il Santuario, in stile rinascimentale, venne completato con la costruzione della cupola maiolicata su tamburo cilindrico.

L’interno presenta pianta a croce greca. Sull’altare maggiore, barocco, è collocata l’icona mariana, di origini medievali ma ridipinta dal pittore mesagnese Gian Pietro Zullo dopo il 1598. A Zullo viene attribuita anche la tela raffigurante l’Incredulità di san Tommaso. I pennacchi della cupola sono ornati dalle immagini degli Evangelisti, di artista ignoto, riproduzioni di quelli del Domenichino, presenti nella romana chiesa di Sant’Andrea della Valle. Degna di nota anche la statua di san Francesco d’Assisi, in pietra, risalente agli inizi del XVII secolo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>