Basilica di Santa Maria della Coltura, Parabita

La Basilica intitolata a Santa Maria della Coltura, protettrice della città, sorge alle porte della città.
La facciata a salienti lascia ben immaginare la struttura interna a tre navate. Il protiro, dalle finissime decorazioni in “pietra leccese”, è sormontato da un bellissimo mosaico rappresentante Cristo Re, realizzato dal Prof. Grassi di Roma; a questo si aggiunge il rosone anch’esso realizzato in pietra leccese. A lato di tutta la struttura s’alza maestoso il campanile di recente costruzione.
L’edificio presenta una struttura interna a tre navate, divise da archi a sesto acuto dai quali si sviluppano lunette con finestre istoriate. L’abside centrale, che custodisce il prezioso monolito, è diviso dal coro attraverso cinque archi decorati, anch’essi a sesto acuto.
Entrando nel santuario l’attenzione è subito attratta dal monolito con l’affresco della Vergine che troneggia sull’altare maggiore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>