Fontana greco-romana di Gallipoli

La fontana attualmente sorge nei pressi del ponte attiguo al castello, nel tratto che congiunge il vecchio borgo con la parte nuova della cittadina. Questa fontana è famosa, in quanto per lungo tempo si è pensato costituisse la più antica fontana d’Italia.
Originariamente, infatti, si pensava che la fontana risalisse al III secolo a.C., tuttavia dopo lunghi studi l’opera architettonica è stata riadattata, ritenendo giusto collocare la sua creazione in età rinascimentale.

Qualunque sia la vera datazione, la fontana suscita comunque grande interesse e curiosità.
La fontana è composta da due facciate, una rivolta a Nord-Ovest e l’altra a Sud-Est.
La sua facciata è suddivisa in tre blocchi da quattro cariatidi che sorreggono l’architrave con un ricco decoro. Il tutto raggiunge un’altezza di circa 5 metri.
Nei tre comparti ricavati tra le quattro cariatidi, dei bassorilievi arricchiscono l’opera. Tali bassorilievi raffigurano le metamorfosi delle mitologiche Dirce, Salmace e Biblide.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>