Santuario di San Giuseppe, Copertino

Giuseppe da Copertino, umile frate della famiglia francescana dei Frati Minori Conventuali, visse nel XVII secolo. Per le sue numerose estasi, è conosciuto in tutto il mondo come il Santo dei voli ed è invocato perciò come protettore dagli aviatori . Per le numerose difficoltà incontrate nello studio, che superò tuttavia con esemplare e totale fiducia nell’aiuto della Santissima Vergine, anche gli studenti, specialmente nel periodo di preparazione agli esami, lo invocano come protettore e ne richiedono l’intercessione per ricevere lumi e coraggio nelle loro fatiche.

La costruzione del Santuario di San Giuseppe fu pensata nel 1753 anno della beatificazione di fra Giuseppe Desa. Nel 1754, dopo una serie di incomprensioni tra alcuni privati e l’Universitas, su disegno del copertinese Adriano Preite si dette inizio ai lavori. Fu necessario abbattere un tratto delle mura e la chiesa di San Salvatore. Come si leggeva in un’epigrafe scomparsa, la chiesa fu terminata nel 1758. L’edificio è a pianta centrale ed è coperto a volta. Nel 1872 fu ingrandito con la realizzazione dell’attuale vano absidale. Un’iscrizione sulla parte esterna dell’abside rimanda al costruttore Quintino Lupo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>