Chiesa di San Domenico Maggiore, Taranto

La chiesa di San Domenico Maggiore è una chiesa di Taranto, sorta nel 1302 nel Borgo Antico della città.

L’ingresso principale è raggiungibile per mezzo di una scalinata costruita al centro della facciata verso la fine del XVIII secolo, quando fu creato il pendio San Domenico per collegare la via Duomo con la parte bassa dell’isola.

Nella prima cappella della navata sinistra, l’altare della Madonna del Rosario venne rinnovato nel 1751 dall’omonima arciconfraternita.
Nella seconda cappella, dedicata a San Vincenzo Ferrer si trova una grande tela con raffigurato il santo.
Nella terza cappella, della confraternita del Santissimo Nome di Gesù, è ospitato il simulacro di Gesù Bambino in piedi, che viene portato in processione dalla confraternita in occasione dell’Epifania. L’altare presenta un decoro ligneo in stile barocco, con le colonne sorrette da demoni in legno, a simboleggiare la sottomissioni del demonio, e ospita la tela della Circoncisione di Gesù.
La quarta e ultima cappella è dedicata alla Madonna Addolorata ed è curata dalla confraternita di Maria Santissima Addolorata e San Domenico, erede di quella di San Domenico in Soriano. L’altare e in stile barocco, opera di Ambrogio Martinelli nel XVII secolo, ospita la statua della Vergine Addolorata della seconda metà del XVII secolo, che viene portata in processione il Giovedì Santo e durante la festa grande della confraternita, la terza domenica di settembre.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>