Tag ‘Terlizzi’

Chiesa di Santa Maria la Nova, Terlizzi

La chiesa di Santa Maria la Nova fu costruita nei primi anni del cinquecento ed è uno dei monumenti storici della città, di notevole interesse artistico. Lìinetrno è a tre navate e conserva anche le preziosissime opere pittoriche di “Sant’Antonio in estasi” (1660) del napoletano Giuseppe Marullo, la “Natività” del veneto Giovanni Girolamo Savoldo e [...]

Santuario della Madonna di Sovereto, Terlizzi

Il santuario della Madonna di Sovereto fu scoperto poco dopo l’Anno Mille, in una grotticella del Sovero, a 3 km da Terlizzi. Della chiesa primitiva è rimasta intatta l’abside d’epoca medievale con monofora a spina di pesce, mentre nell’atrio compreso fra il santuario e gli edifici adiacenti si possono ammirare testimonianze epigrafiche ed eleganti bifore. [...]

Castello Normanno, Terlizzi

Il castello con tre torri di Terlizzi, che ha dato origine sia allo stemma cittadino sia al toponimo latino di Turricium, passa così da locus a castellum e poi nel 1133 a civitas. Di questo castello rimasto ben poco perché le due torri che facevano parte del complesso sono scomparse, non esistono più né le [...]

Palazzo de Gemmis, Terlizzi

Il Palazzo de Gemmis fu edificato dal barone Tommaso de Gemmis e fu ultimato da Ferrante de Gemmis, filosofo illuminista. Il palazzo, per la sua bellezza e maestosità è uno dei principali edifici nobiliari dell’architettura pugliese. Presenta pianta rettangolare con un cortile interno. L’elegante facciata, tutta a bugnato, si affaccia al corso principale e alla [...]

Chiesa di San Michele Arcangelo, Terlizzi

La chiesa di San Michele Arcangelo fu realizzata in stile neoclassico da Michelangelo Bonvino su disegni di Luca Arenelli, tra il 1783 ed il 1872. La facciata è scandita da quattro coppie di colonne, che reggono una trabeazione sopra la quale si erge il timpano. Tre i portali che si aprono, di cui quello centrale [...]

VILLA ANITA

DOMUS TEMPLARIS

CASALE TERRA SOLE

CASALE SAN GIORGIO

Terlizzi

Terlizzi è un comune della provincia di Bari, in Puglia, chiamato anche città dei fiori, per via della prosperosa attività florovivaistica. Le prime notizia della cittadina risalgano alla donazione di Wacco, feudatario longobardo che dona al Monastero di Montecassino il casale in Trelicio in quel tempo circondato da macchia mediterranea e querceti. Da qui deriva, [...]